Bagnoli, incendio doloso nella caserma per i profughi

di Francesca Segato

Ignoti sono penetrati nell'ex base militare di San Siro dopo aver tagliato la recinzione. Il comitato contro l'arrivo degli immigrati si dissocia

BAGNOLI DI SOPRA. Rogo doloso nella ex base militare di San Siro.

Nella serata di ieri, ignoti hanno tagliato la rete esterna di recinzione e sono entrati nell’area, poi hanno appiccato fuoco ad alcune sterpaglie. E’ successo verso le 22.45.

Pochi minuti e il fuoco si è propagato, ha aggredito un albero tagliato e alcuni sterpi, ma senza arrivare a coinvolgere le strutture dell’ex base dell’Aeronautica militare. Delle fiamme si sono accorti alcuni residenti che hanno subito chiamato i vigili del fuoco, arrivati sul posto da Piove di Sacco. L’incendio è stato domato intorno all’una di questa mattina. Sul posto anche i carabinieri, per i rilievi e le indagini del caso.

I membri del comitato “Bagnoli dice no”, che si oppone alla creazione dell’hub per i profughi all’ex base, si sono immediatamente dissociati dal gesto.

Profughi, ronde notturne alla base di S. Siro: Milan fa il primo turno di guardia

“Prontamente gli abitanti vicini alla base hanno avvertito subito le autorità e non è successo nulla di grave e pericoloso” sottolineano. “Noi del comitato reputiamo tale gesto una pagliacciata ed un' incoscienza”. Peraltro, proprio ieri sera diversi attivisti del comitato si trovavano a Monteortone, dove hanno portato la loro solidarietà contro l’altro hub per i profughi in discussione in questi giorni.