Minaccia i passeggeri nel metrobus, arrestato un tunisino

Padova: aveva un manico spezzato di ombrello, interviene una volante

PADOVA. Lunedì pomeriggio una pattuglia della Sezione Volanti della Questura di Padova ha tratto in arresto per tentata rapina aggravata un 26enne di origine tunisina.

Intorno alle ore 16 è pervenuta sulla linea del 113 la segnalazione di una minaccia in atto da parte di straniero armato, all’interno della linea del metrobus, all’altezza di Corso del Popolo direzione Prato della Valle. Immediatamente la Centrale Operativa diramava la nota di intervento alle pattuglie presenti sul territorio che repentinamente raggiungevano il mezzo di trasporto.

Saliti all’interno, gli agenti riuscivano a disarmare lo straniero che stava minacciando i presenti con il manico spezzato di un ombrello. Dalla testimonianze assunte tra i presenti i poliziotti appuravano che il tunisino aveva tentato di rubare un telefono cellulare dalla borsa di una passeggera ma era stato notato da uno dei presenti che aveva allertato i controllori. Vistosi scoperto, l’uomo aveva minacciato i passeggeri per cercare di garantirsi la fuga.

Ammanettato, lo straniero veniva condotto dagli agenti in Questura dove veniva identificato per LOFUF Hosam, 26enne tunisino, irregolare sul territorio nazionale, e arrestato per rapina impropria.